In questa sezione vengono raccolti alcuni documenti di Enti, Associazioni e Istituzioni con i dati dell’innovazione tecnologica e contenuti significativi per lo sviluppo sostenibile della società e la cultura della manutenzione industriale.
+++
In this section are collected some documents of organizations, associations and institutions with the data of technological innovation and significant contents for the sustainable development of the company and the culture of industrial maintenance.

 

January 23, 2023
Annual Outlook 2023: Warmer Climes Ahead
Pub: Observer Research Foundation (English text, 26 pages)
Aut: Alexis Crow
The central theme of the outlook for 2023 is ‘warmer climes ahead’. Although the acceleration of global warming has precipitated a deluge of doomsday scenarios across the globe, the onset of climate change has actually also underpinned a number of bright spots in the present macroeconomic environment, geopolitical landscape, and the outlook for long-term investing. First, in the macro outlook, unseasonably warm weather (together with hefty fiscal support) has presently taken the sting out of Europe’s energy crisis, prompting a somewhat less dire forecast for the eurozone economy in 2023. Second, in the geopolitical landscape, as countries navigate the largest global energy shock in 40 years  concerns around energy and national security have seeped into discussions of the energy transition. Indeed, while some policymakers conduct ‘beggar thy neighbour’ policies in the quest for energy security in the form of fossil fuels, and increasingly in pursuit of ‘mineral sovereignty’ to support new energy. Third, a mounting climate consciousness of consumers and businesses—set against the backdrop of resilient demand for domestic and international travel—spurs a natural opportunity for investing in sustainable travel. Whether in the airline industries themselves, venture capital, infrastructure investing, and hospitality, the prospects for sustainable travel present investors and executives with a clear way to invest in the intersection of the energy transition and the future of the consumer
https://www.orfonline.org/research/annual-outlook-2023-warmer-climes-ahead/
+++
Il tema centrale delle prospettive per il 2023 è "climi più caldi in arrivo". Sebbene l'accelerazione del riscaldamento globale abbia fatto precipitare un diluvio di scenari apocalittici in tutto il mondo, l'inizio del cambiamento climatico ha anche sostenuto una serie di punti positivi nell'attuale contesto macroeconomico, nel panorama geopolitico e nelle prospettive per gli investimenti a lungo termine. In primo luogo, nelle prospettive macroeconomiche, il clima insolitamente caldo (unitamente al forte sostegno fiscale) ha attualmente attenuato la crisi energetica europea, provocando previsioni un po' meno fosche per l'economia dell'eurozona nel 2023. In secondo luogo, nel panorama geopolitico, mentre i Paesi attraversano il più grande shock energetico globale degli ultimi 40 anni, le preoccupazioni per l'energia e la sicurezza nazionale sono penetrate nelle discussioni sulla transizione energetica. In effetti, mentre alcuni responsabili politici conducono politiche "beggar thy neighbour" nella ricerca della sicurezza energetica sotto forma di combustibili fossili e sempre più nel perseguimento della "sovranità mineraria" per sostenere la nuova energia. In terzo luogo, una crescente consapevolezza climatica dei consumatori e delle imprese, sullo sfondo di una domanda resiliente di viaggi nazionali e internazionali, stimola un'opportunità naturale per investire in viaggi sostenibili. Che si tratti delle stesse industrie aeree, del capitale di rischio, degli investimenti in infrastrutture e dell'ospitalità, le prospettive per i viaggi sostenibili presentano agli investitori e ai dirigenti un modo chiaro per investire nell'intersezione tra la transizione energetica e il futuro del consumatore.

15 gennaio 2023
L’Italia del futuro. Rapporto 2022.
Pub: Think Tank Quotidiano (Testo italiano, 153 pagine)
Tre sono le questioni principali esaminate dal Rapporto. La questione ambientale, nelle sue molteplici e variegate sfaccettature, che necessita di compiere scelte di campo innovative e, in una qualche misura, di rottura. Fa non poca fatica a entrare stabilmente nel dibattito politico. La questione morale è un’altra tematica sulla quale si fa fatica a convogliare una riflessione seria e condivisa, che sappia farsi portatrice di un’etica non solo declamata nelle occasioni ufficiali, ma ispiratrice di comportamenti virtuosi da porre concretamente e quotidianamente in essere secondo la logica dello spirito di servizio. Infine la questione della criminalità organizzata. Conviviamo con alcune delle più potenti organizzazioni criminali al mondo, le quali oramai da tempo, in modo tentacolare, sono fuoriuscite dal guscio che ne ha consentito l’affermazione, penetrando in modo pervicace in tutti i più importanti settori della vita civile ed economica del Paese. Occorre più Stato, non nel senso di magistratura e forze dell’ordine, ma di progettualità, strutture e infrastrutture, formazione ed educazione dei giovani.
https://www.ripartelitalia.it/
+++
There are three main issues examined by the Report. The environmental issue, in its many and varied facets, which needs to make innovative and, to some extent, disruptive field choices. It is not a little difficult to enter the political debate permanently. The moral question is another theme on which it is difficult to channel a serious and shared reflection, which knows how to become the bearer of an ethics not only declaimed on official occasions, but inspirer of virtuous behaviors to be implemented concretely and daily according to the logic of the spirit of service. Finally, the issue of organized crime. We live with some of the most powerful criminal organizations in the world, which for some time now, in a sprawling way, have come out of the shell that allowed their affirmation, penetrating stubbornly into all the most important sectors of the civil and economic life of the country. More State is needed, not in the sense of judiciary and law enforcement, but of planning, structures and infrastructures, training and education of young people.

January 11, 2023
Global Risks Report 2023
Pub: World Economic Forum (English text, 98 pages)
The Report presents the results of the latest Global Risks Perception Survey (GRPS). Chapter 1 considers the mounting impact of current crises (i.e. global risks which are already unfolding) on the most severe global risks that many expect to play out over the short term (two years). Chapter 2 considers a selection of risks that are likely to be most severe in the long term (10 years), exploring newly emerging or rapidly accelerating economic, environmental, societal, geopolitical and technological risks that could become tomorrow’s crises. Chapter 3 imagines mid-term futures, exploring how connections between the emerging risks outlined in previous sections may collectively evolve into a “polycrisis” centred around natural resource shortages by 2030.
https://www.weforum.org/reports/global-risks-report-2023/digest
+++
Il Report presenta i risultati dell'ultimo Global Risks Perception Survey (GRPS). Il capitolo 1 considera l'impatto crescente delle crisi attuali (vale a dire i rischi globali che si stanno già manifestando) sui rischi globali più gravi che molti prevedono che si manifesteranno a breve termine (due anni). Il Capitolo 2 considera una selezione di rischi che potrebbero essere più gravi a lungo termine (10 anni), esplorando i rischi economici, ambientali, sociali, geopolitici e tecnologici emergenti o in rapida accelerazione che potrebbero diventare le crisi di domani. Il capitolo 3 immagina futuri a medio termine, esplorando come le connessioni tra i rischi emergenti delineati nelle sezioni precedenti possano evolvere collettivamente in una "policrisi" incentrata sulla carenza di risorse naturali entro il 2030.

10 gennaio 2023
Piano Strategico per il triennio 2023-2025
Pub: Banca d’Italia (Testo italiano, 46 pagine)
Il Piano per il triennio 2023-25 è ampio e innovativo, con una forte componente progettuale e con una spiccata dimensione internazionale. Esprime il forte impegno della Banca al servizio del Paese e dell'Europa, finalizzato a fornire alla collettività un contributo sempre di alta qualità in tutti i campi della propria azione.
Cinque gli obiettivi strategici da conseguire attraverso diciassette piani d'azione: 1) potenziare l'impegno per un sistema finanziario stabile e sicuro; 2) promuovere con più forza l'innovazione in campo economico e finanziario in Italia e in Europa; 3) rafforzare la tutela dei clienti dei servizi bancari e finanziari e dialogare con l'esterno in modo sempre più diretto e aperto all'ascolto; 4) favorire la transizione energetica e salvaguardare l'ambiente; 5) rendere la propria organizzazione sempre più inclusiva, efficiente e capace di innovare.
https://www.bancaditalia.it/media/notizia/piano-strategico-per-il-triennio-2023-2025
+++
Strategic Plan for the three-year period 2023-2025 by Bank of Italy.
The Plan for the three-year period 2023-25 is broad and innovative, with a strong planning component and a marked international dimension. It expresses the Bank's strong commitment to serving the country and Europe, aimed at providing the community with a consistently high-quality contribution in all fields of its action. Five strategic objectives to be achieved through seventeen action plans: 1) strengthen the commitment to a stable and secure financial system; 2) promote innovation in the economic and financial field more strongly in Italy and in Europe; 3) strengthen the protection of customers of banking and financial services and dialogue with the outside world in an ever more direct and open to listening manner; 4) favoring the energy transition and safeguarding the environment; 5) make one's organization increasingly inclusive, efficient and capable of innovating.