In questa sezione vengono raccolte le notizie che riguardano le principali conferenze organizzate dalla Fondazione Salvetti o con il suo supporto.

English text under construction

CONFERENZA DELLA FONDAZIONE SALVETTI
PER IL FORUM GIOVANI SCIENZIATI
Milano, 18 marzo 2019
Nello Spazio per la Terra. Incontro con Paolo Nespoli, astronauta.
Paolo Nespoli ha spiegato perché andiamo nello spazio, come ci si prepara ad una missione di lunga durata, come si svolge la giornata a bordo, e ha illustrato alcuni degli esperimenti realizzati durante le sue tre missioni spaziali a bordo della Stazione Internazionale, evidenziando il loro impatto sulla scienza e sulla tecnologia a favore dell’umanità. Molte immagini dei viaggi spaziali di Paolo Nespoli sono disponibili su YouTube.
Paolo Nespoli è nato a Milano nel 1957 ed è cresciuto in Brianza dove la sua famiglia risiede. Si è diplomato nel 1977 al Liceo scientifico. Nello stesso anno entra alla Scuola militare di paracadutismo di Pisa, dove ottiene la qualifica di sottufficiale istruttore. Nel 1980 fa parte delle Forze speciali italiane, diventando incursore paracadutista. Dal 1982 al 1984 viene inviato in Libano nella Forza multinazionale di pace. Decide di lasciare l’Esercito e iscriversi alla Polytechnic University di New York e ottiene il Bachelor of Science e il Master of Science in Aeronautica e Astronautica. Ritorna in Italia e lavora come Ingegnere disegnatore per poi essere assunto dal Centro Astronauti Europeo dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), a Colonia in Germania, come Ingegnere addetto all’addestramento degli astronauti. Nel 1998 viene selezionato come astronauta dall’Agenzia Spaziale Italiana e distaccato al Johnson Space Center della NASA a Houston. Il suo primo volo nello spazio è nel 2007: STS-120 - una missione di corta durata sullo Space Shuttle per l’assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).  Nel 2010-11 vola sulla ISS con la navicella russa Soyuz nella missione di lunga durata Expedition-26/27, e di nuovo nel 2017 per la Expedition-52/53. Complessivamente trascorre 313 giorni nello spazio. È autore del libro, edito da Mondadori ‘Dall’alto i problemi sembrano più piccoli’, in cui racconta la sua esperienza nello spazio e le lezioni di vita che ne ha ricavato. C’è pure un docu-film a lui dedicato: ‘Expedition’, documentario che segue passo dopo passo il suo addestramento per la missione spaziale Expedition-52/53 (missione VITA). Nel 2015 gli viene conferito presso la Camera dei Deputati il Premio America della Fondazione Italia-USA. Nel 2018 riceve il ‘Premio Scienza Giovani’ dalla Società italiana della scienza e dell’ingegneria (SIdSI).

English text under construction

CONFERENZA DELLA FONDAZIONE SALVETTI
PER IL FORUM GIOVANI SCIENZIATI
Milano, 7 novembre 2018
La prima luce dell'universo. Incontro con Marco Bersanelli, astrofisico.
Fin dall'antichità l'uomo si è interrogato su quale fosse l'origine, l'estensione e la natura dell'universo. La cosmologia moderna, sostenuta da straordinari progressi tecnologici, consente di sondare le profondità dello spazio-tempo fino a scandagliarne i limiti. Le recenti osservazioni del telescopio spaziale Planck dell'ESA, Agenzia Spaziale Europea, offrono immagini ad alta definizione dell'universo primordiale, in un'epoca che risale a 13,8 miliardi di anni fa. Lo studio approfondito di tali informazioni consente di indagare con precisione straordinaria prima impossibile l'evoluzione, la composizione e la geometria dell'universo. Nuovi esperimenti attualmente in preparazione permettono di verificare la presenza di onde gravitazionali primordiali sprigionate nelle primissime frazioni di secondo dopo il big bang.
Marco Bersanelli è Professore Ordinario di Fisica e Astrofisica all’Università di Milano. Si occupa di cosmologia e in particolare di misure del fondo cosmico di microonde, la prima luce dell’universo. Dopo gli studi in fisica a Milano frequenta il Lawrence Berkeley Laboratory in California; partecipa a due spedizioni scientifiche alla base Amundsen–Scott al Polo Sud. E’ fra i principali responsabili scientifici della missione spaziale Planck dell’ESA, lanciata nel 2009, con la quale ottiene risultati fondamentali per la cosmologia e per l’astrofisica millimetrica. E’ autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche e di una vasta produzione a carattere divulgativo e interdisciplinare. Tra i molti incarichi si segnalano: direttore della Scuola di Dottorato in Fisica, Astrofisica e Fisica Applicata all’Università di Milano (2009-16); membro del Consiglio scientifico dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (2005-06); vice-presidente del Consorzio interuniversitario di Fisica Spaziale (2003-12); membro del Search Committee di ANVUR e del panel per Advanced European Research Council Grants; dal 2011 al 2015 è Scientific Advisor per l’Italia al Science Program Committee dell’ESA. E’ promotore di mostre didattiche, conferenze scientifiche e culturali, di una serie di convegni a livello internazionale. Dal 2012 è presidente della Fondazione Sacro Cuore per l’educazione dei giovani.

English text under construction

CONFERENZA DELLA FONDAZIONE SALVETTI
PER IL FORUM GIOVANI SCIENZIATI
Milano, 25 marzo 2018
Il futuro non è più quello di una volta. Incontro con Remo Lucchi, sociologo.
Sono evidenti i cambiamenti sociali di portata storica degli ultimi 10-15 anni, che mettono in discussione la sostanziale continuità che il mondo ha sempre avuto. Coloro che intendono diventare protagonisti del futuro devono conoscere gli esiti di ricerche che stanno analizzando quanto è accaduto, sta avvenendo, succederà sempre di più con inevitabili conseguenze. Il relatore si sofferma sui seguenti temi: le cause che hanno determinato gli accadimenti; le conseguenze sulla ridefinizione del progetto dello stile di vita delle persone; le implicazioni di tale nuovo progetto sull’intero sistema dell’offerta (beni, prodotti, servizi, comunicazione, politica ...). In sostanza stanno saltando tutte le logiche di dipendenza che la Domanda (la gente) ha sempre avuto nei confronti dell’Offerta, creando una “orizzontalità” sorprendente nei risultati. Remo Lucchi ha in particolare richiamato l’attenzione sull’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, dedicata alla sviluppo sostenibile. Le slide della conferenza sono disponibili su:
www.fast.mi.it/gs2018/conferenza.pdf
Remo Lucchi è Laureato in Economia e Commercio; è fondatore di Eurisko, Istituto italiano di ricerche sociali sui consumi e sulla comunicazione, dove è stato responsabile di alcune delle principali ricerche fra le quali Sinottica. Per anni docente universitario, è stato amministratore delegato di GfK Eurisko, l’istituto risultante dalla fusione di Eurisko con la sede italiana di GfK, uno dei più importanti network di ricerca del mondo. Ora è presidente dell’Advisory Board di Eumetra MR, Istituto indipendente di ricerca sociale e di mercato.

English text under construction