**********

CRESCITA VERTICALE

Come una biblioteca, le pagine di questo sito vogliono contribuire allo sviluppo sostenibile della società umana, offrendo strumenti di conoscenza e di formazione tecnologica e scientifica per contribuire al progresso e per la cultura della migliore manutenzione della produzione industriale e dei servizi commerciali.

Ottobre 2020
CRESCITA VERTICALE
Nelle città si concentra l’attività economica della società dei servizi. Agricoltura, industria e artigianato restano nei grandi spazi rurali o alle periferie delle metropoli, mentre le residenze, i servizi commerciali e amministrativi si addensano da tempo nei centri urbani. La carenza di spazi ha favorito le costruzioni in verticale. I grattacieli più alti del mondo stanno a Dubai (Burj Khalifa: altezza 869 metri, 163 piani), a Shanghai (Shanghai Tower: 632 metri, 128 piani), Abraj Al Bait (La Mecca: 601 metri, 120 piani). Nella top parade ci sono poi altri 27 supergiganti, qua e là nel mondo arabo, asiatico e nord americano, alti tra i 400 e i 600 metri, costruiti quasi tutti negli ultimi vent’anni. Trascuriamo qui qualche centinaia di edifici più ‘bassi’, che comunque hanno caratteristiche originali e interessanti qualità di costruzione.
Ricordiamo solo l’Empire State Building del 1931 a New York (nella foto) che conserva il celebre osservatorio a 381 metri di altezza. Per costruirlo va onorata la memoria di circa 3.400 operai, in gran parte immigrati italiani e irlandesi, affiancati da alcuni indiani Mohawk, assunti per la loro ottima capacità di equilibrio anche a considerevoli altezze (tuttavia furono 6 le vittime del cantiere).
Oggi anche la manutenzione dei grattacieli si è aggiornata in sicurezza e qualità: ci sono i manutentori acrobatici, con tanto di corde, ventose e gondole, ma ci sono anche robot volanti per manipolazione aerea. La manutenzione oggi è predittiva e si avvale di sensori che ne monitorano le strutture e il funzionamento. Per esempio: il controllo del Burj Khalifa (affidato alla società ABB) monitora l'alimentazione di ciascuno dei 400 carichi elettrici, gestisce 54 ascensori e il sistema di aria condizionata tramite smartphone, tablet e personal computer. In tempo reale fornisce dati su energia, potenza, temperatura, corrente, tensione e qualità dell'alimentazione; oltre a protezioni di sicurezza di backup ai responsabili e ai team di assistenza, analizza la necessità di manutenzione e fornisce avvisi precoci di potenziali guasti. Tra l’altro ha aiutato a ridurre i costi operativi fino al 30%.
Anche la storia dei grattacieli è un monumento all’ingegneria e alle forze del lavoro. Oggi le strategie di costruzione sono in discussione, connesse con i problemi ecologici, ambientali e sociali. Un nuovo grattacielo non è più un vanto campanilistico, ma è il risultato di un impegno e di una riflessione, che devono essere collegati allo sviluppo sostenibile per tutte le imprese, tutti gli addetti e per la popolazione.  E’ dovere della nostra Fondazione ricordarlo.


Like a library, the pages of this website want to contribute to the sustainable development of human society, offering tools for knowledge and technological and scientific education, in order to support the progress and culture of the best maintenance of industrial production and commercial services.

October, 2020
VERTICAL GROWTH
The economic activity of the services based society is gathered in the cities. Agriculture, industry and crafts remain in large rural areas or on the suburbs of metropolises, while residences, commercial and administrative services have long been concentrated in urban centers. The lack of space has favored vertical constructions. The tallest skyscrapers in the world are in Dubai (Burj Khalifa: height 869 meters, 163 floors), Shanghai (Shanghai Tower: 632 meters, 128 floors), Abraj Al Bait (Mecca: 601 meters, 120 floors). In the top parade there are also 27 other supergiants, here and there in the Arab, Asian and North American world, between 400 and 600 meters high, almost all built in the last twenty years. Here we neglect a few hundred 'lower' buildings, which still have original features and interesting construction qualities.
We only remember the 1931 Empire State Building in New York (pictured) which houses the famous observatory at 381 meters high. To build it, the memory of around 3,400 workers, mostly Italian and Irish immigrants, flanked by some Mohawk Indians, hired for their excellent ability to balance even at considerable heights (however there were 6 victims during the construction) must be honored.
Today even the maintenance of skyscrapers has been updated in terms of safety and quality: there are acrobatic maintainers, complete with ropes, suckers and gondolas, but there are also flying robots for aerial manipulation. Maintenance today is predictive and uses sensors that monitor its structures and operation. For example: the control of the Burj Khalifa (entrusted to the ABB company) monitors the power supply of each of the 400 electrical loads, manages 54 lifts and the air conditioning system via smartphone, tablet and personal computer. In real time it provides data on energy, power, temperature, current, voltage and power quality; in addition to backup security protections to managers and support teams, it analyzes maintenance needs and provides early warnings of potential failures. Among other things, it helped reduce operating costs by up to 30%.
The history of skyscrapers is also a monument to engineering and the workforce. Today the construction strategies are under discussion, connected with ecological, environmental and social problems. A new skyscraper is no longer a parochial pride, but is the result of a commitment and reflection, which must be linked to sustainable development for all businesses, all employees and for the population. It is the duty of our Foundation to remember this.

Nel video, Stefano Salvetti, Presidente della Fondazione Salvetti, ne illustra nell'intervista la missione e le attività


In the video, Stefano Salvetti, President of the Salvetti Foundation, talks about its mission and activities.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner