*********

COL SENNO DI ADESSO …

Come una biblioteca, le pagine di questo sito vogliono contribuire allo sviluppo sostenibile della società umana, offrendo strumenti di conoscenza e di formazione tecnologica e scientifica per contribuire al progresso e per la cultura della migliore manutenzione della produzione industriale e dei servizi commerciali.

Settembre 2020
COL SENNO DI ADESSO ...
Col senno di adesso dobbiamo darci una mossa. La nostra civiltà sembra vicino a un collasso. Non è una situazione solo italiana, ma globale, più o meno drammatica. Se non ci tocca di persona, tocca tanti individui e cose intorno a noi. Non è una questione di tecnologia, ma di capacità di gestione, capacità di amministrare le infrastrutture, capacità di affrontare i rischi, capacità culturale in una società liquida che perde di vista gli obiettivi di lunga durata e la manutenzione dei beni. In Italia sappiamo che ci sono migliaia di ponti, viadotti e gallerie che richiedono interventi immediati. Edifici pubblici, ospedali e scuole soffrono dell’usura o di cattiva realizzazione. Molte infrastrutture del sociale sono obsolete, non reggono l’accelerazione tecnologica e non soddisfano i bisogni dei cittadini. Permangono i disagi, crescono le disuguaglianze sociali e le mancate integrazioni nel mondo del lavoro. L’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, (https://unric.org/it/agenda-2030/), ancorché sottoscritta da 193 Paesi, trova scarsa applicazione dai Governi. Il Green Deal Europeo (https://ec.europa.eu/info/strategy/priorities-2019-2024/european-green-deal_it) intende trasformare le promesse in obblighi giuridici per la crescita sostenibile, dare impulso all’economia, ridurre l’inquinamento e migliorare il clima. La pandemia ha fatto suonare ulteriori allarmi sanitari e aperto nuove risorse finanziarie dell’Unione Europea che sta mettendo a disposizione cospicui investimenti. Occorre selezionare le priorità e applicare strategie e modalità di realizzazione rapide e soddisfacenti.
Non possiamo rimanere prigionieri dei gossip e della burocrazia del nostro villaggio, né restare intellettuali (o giocherelloni) prigionieri come il signor K., fuori dal Castello.


Like a library, the pages of this website want to contribute to the sustainable development of human society, offering tools for knowledge and technological and scientific education, in order to support the progress and culture of the best maintenance of industrial production and commercial services.

September, 2020
LOOKING NOW...
Looking now we need to get a move on. Our civilization seems close to collapse. It is not just an Italian situation, but a global one, more or less dramatic. If it doesn't touch us in person, it touches many individuals and things around us. It is not a question of technology, but of management ability, ability to organize infrastructure, ability to deal with risks, cultural ability in a liquid society that loses sight of long-term objectives and the maintenance of assets. In Italy, we know that there are thousands of bridges, viaducts and tunnels that require immediate intervention. Public buildings, hospitals and schools suffer from wear or wasting. Many social infrastructures are obsolete, cannot withstand technological acceleration and do not meet the needs of citizens. The hardships remain, social inequalities and lack of integration in the world of work are growing. The “United Nations 2030 Agenda”, (https://unric.org/it/agenda-2030/), although signed by 193 Countries, finds little application by Governments. The “European Green Deal” (https://ec.europa.eu/info/strategy/priorities-2019-2024/european-green-deal_it) intends to transform promises into legal obligations for sustainable growth, to boost the economy, to reduce pollution and to improve the climate. The pandemic has raised further health alarms and opened up new financial resources for the European Union which is making available substantial investments. Priorities must be selected, rapid and satisfactory strategies and methods of implementation must be applied.
We cannot remain prisoners of the gossip and bureaucracy of our village, nor remain intellectual (or playful) prisoners like Mr. K., outside the Castle.

Nel video, Stefano Salvetti, Presidente della Fondazione Salvetti, ne illustra nell'intervista la missione e le attività


In the video, Stefano Salvetti, President of the Salvetti Foundation, talks about its mission and activities.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner