***********

THE COUNTERWEIGHTS

Come una biblioteca, le pagine di questo sito vogliono contribuire allo sviluppo sostenibile della società umana, offrendo strumenti di conoscenza e di formazione tecnologica e scientifica per contribuire al progresso e per la cultura della migliore manutenzione della produzione industriale e dei servizi commerciali.

Novembre 2020
Sostenibilità ed equilibrio
Il momento è difficile, non solo per la pandemia in corso. Come tanti, impegnati nella vita professionale e sociale, attraversiamo continuamente le contraddizioni della storia. Il disequilibrio è evidente, le forze meccaniche o quantistiche o psichiche in movimento spingono un aumento dell’entropia, anche nell’organizzazione. Così ogni equilibrio apparentemente raggiunto è turbato da nuove condizioni, siano esse economiche globali o locali, tecnologiche o ambientali o semplicemente sanitarie. Importante è non lasciare al caso i cambiamenti, ma giocare d’anticipo: prevedere e provvedere.
L’argomento ‘equilibrio’ mette sotto esame un numero sterminato di variabili. A cominciare dalle risorse energetiche, agricole e alimentari e dalla loro gestione con le persone e le macchine. Nel XXI secolo non abbiamo le risorse del XX, né possiamo restare con le idee del XVIII e gli argomenti del Medioevo. Produrre forza e calore con i combustibili fossili e disperdere sfrenatamente materie plastiche ha modificato l’ambiente e sta distruggendo rapidamente l’ecologia, ovvero il benessere della natura.
Le macchine ci possono aiutare? Sì. Magari trasformando quelle da guerra e da gioco in strumenti per la civiltà e riciclando il personale in ambiti più preziosi come la ricerca, la salute, la manutenzione. Sono affermazioni di principio che meritano approfondimento critico, valutazioni sul contesto generale, esame delle interrelazioni, formulazione di ipotesi concrete, impegno non solo culturale ma anche politico. Molto difficile, nella turbolenza del mondo civile odierno. Ogni proposta sembra un cucchiaino per prosciugare il mare, poco efficiente anche se avesse tanti imitatori. Intanto, accanto allo sviluppo sostenibile, possiamo proporci anche quello di mirare ragionevolmente all’equilibrio tra necessità industriali e benessere comune. Anche il riconoscere che c’è un problema e che su qualche percorso bisogna fare autocritica è un piccolo passo avanti nella conoscenza.
Questo sito raccoglie documenti, ricerche, contributi di supporto per approfondire gli argomenti; ben vengano da parte dei lettori commenti, contributi critici da condividere e divulgare. Occhi aperti. Ovviamente non basta. Nel nostro ambito professionale e familiare cerchiamo semplicemente di curare bene la manutenzione delle macchine e delle persone. Collaboriamo, come possibile, con l’European Federation of National Maintenance Societies, l’Associazione Italiana Manutenzione, l’Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile, la Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche, l’Osservatorio Tuttimedia: una base per prendere iniziative più larghe.
(Nell’immagine: Wassily Kandinsky - Counterweights, 1926 - Berlin / Staedtisches Museum, Muehlheim an der Ruhr, Germany)


Like a library, the pages of this website want to contribute to the sustainable development of human society, offering tools for knowledge and technological and scientific education, in order to support the progress and culture of the best maintenance of industrial production and commercial services.

November, 2020
Be sustainable and in balance
The situation at this stage is difficult, not only for the ongoing pandemic. Like a lot of people, engaged in professional and social life, we continuously go through the contradictions of history. The imbalance is evident, the mechanical or quantum or psychic forces in motion push an increase in entropy, even in the organization. Thus any equilibrium apparently reached is disturbed by new conditions, be they global or local economic, technological or environmental or simply sanitary. It is important not to leave changes to chance, but to anticipate: foresee and provide.
The 'balance' argument examines an endless number of variables. Starting with energy, agricultural and food resources and their management with people and machines. In the 21st century we do not have the resources of the 20th, nor can we remain with the ideas of the 18th and the arguments of the Middle Ages. Producing strength and heat with fossil fuels and wildly dispersing plastic materials has changed the environment and is rapidly destroying the ecology, or the well-being of nature.
Can machines help us? Yes. Maybe by transforming those from war and games into tools for civilization and recycling personnel in more precious areas such as research, health, maintenance. These are statements of principle that deserve critical study, evaluations of the general context, examination of interrelationships, formulation of concrete hypotheses, commitment not only cultural but also political. It’s very difficult, in the turbulence of today's civilized world. Each proposal looks like a spoon to drain the sea, not very efficient even if it had many imitators. Meanwhile, alongside sustainable development, we can also propose to aim reasonably at the balance between industrial needs and common well-being. Even recognizing that there is a problem and that on some path you need to be self-critical is a small step forward in knowledge.
This site collects documents, research, support contributions to deepen the topics; comments, critical contributions to share and disseminate are welcome from readers. Eyes open. Obviously it is not enough. In our professional and family environment we simply try to take care of the maintenance of machines and people well. We collaborate, as possible, with the European Federation of National Maintenance Societies, the Italian Maintenance Association, the Italian Alliance for Sustainable Development, Federation of Scientific and Technical Associations, the Tuttimedia Observatory: a basis for taking wider initiatives.
(In the picture: Wassily Kandinsky - Counterweights, 1926 - Berlin / Staedtisches Museum, Muehlheim an der Ruhr, Germany)

Nel video, Stefano Salvetti, Presidente della Fondazione Salvetti, ne illustra nell'intervista la missione e le attività


In the video, Stefano Salvetti, President of the Salvetti Foundation, talks about its mission and activities.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner