2021****

.  

ULTIME INFORMAZIONI PUBBLICATE / LATEST INFO ONLINE ON THIS SITE
Non ci sono link dalla Home Page. Vai nella barra laterale di sinistra e clicca sul nome della sezione segnalata.
There is no link from the home page. Go to the left sidebar and click on the name of the marked section.

Notizie: 21 aprile 2021 =  2a Edizione Italian Maintenance Manager Award
Media News:  21 aprile 2021 = Cina 2049 - Shanghai più 5 - Confini turbolenti.
Premiazioni/Awards: 12 aprile 2021 = Premiazione Giovani Scienziati 2021.
I giovani e le scienze: 12 aprile 2021 = Tutti i premi e i vincitori del Concorso 2021.
Reports 2021: 7 aprile 2021World Economic Outlook. By International Monetary Fund.
Home Page: 1° aprile 2021 = Unica Terra. Di Paolo Lutteri
Reports 2021: Marzo 2021 = Global Trends 2040. By National Intelligence Council.


1° aprile 2021
Unica Terra
La tecnologia delle telecomunicazioni è stata uno degli acceleratori più importanti della civiltà odierna. Telefoni, radio, tv, social media digitali hanno reso possibile sparpagliare informazioni comuni nel mondo, in diretta. Così siamo coinvolti nelle informazioni di un terremoto o di un colpo di stato agli antipodi del pianeta e, se occorre, della ‘pericolosa’ farfalla che ha battuto le ali nella foresta amazzonica. Corre per il mondo in un baleno una ricetta, un punto di vista, il replay di un omicidio, una foto dalla superficie di Marte.
Per il mese di aprile ecco due temi di riflessione.
Il primo: la diffusione della tecnologia prevale sugli argomenti morali e giuridici, i cui vocabolari non si parlano. Per esempio: il conflitto ideologico tra mondo capitalista e mondo socialista è in secondo piano rispetto ai business economici e cibernetici. Usa, Russia e Cina contendono per i diritti umani (in palese contraddizione con se stessi) solo pro-forma. Sul palcoscenico ci sono le valutazioni finanziarie, i debiti sovrani, gli sviluppi dell’informatica, lo sfruttamento delle risorse, i mercati tecnologici. La sfida politica in realtà è tecnologica, è nel business. La competizione comunque non è incruenta e coinvolge Stati e popoli numerosi e di capacità frastagliate. Tuttavia c’è un aspetto positivo: anzitutto è una trattativa economica complessa ma ‘dialogata’ con un vocabolario comune che è il valore economico. Concorrenza libera tra capitalismi liberali e capitalismi di stato, o quasi.
Il secondo tema è relativo alla forza non degli Stati ma di singole imprese multinazionali, big tech, big pharma, big energy, big army, plutocrazia industriale ben appoggiata nelle borse finanziarie, in grado di condizionare gli eventi più di certi governi, gestire più efficientemente problemi amministrativi e prevalere perfino sulle autorità fiscali o del diritto di singoli Paesi. E’ il fenomeno emergente degli ultimi anni, compatto nel linguaggio comune della telematica digitale, degli algoritmi dell’informatica, strettamente vincolante per il presente e il futuro di tutti. Il ruolo crescente di queste grandi imprese e il loro potenziale innovativo ne fa aumentare anche la loro responsabilità sociale, sia nel fornire informazioni che investimenti e soluzioni per la sostenibilità generale, che è entrata nelle considerazioni quotidiane anche dei semplici cittadini.
Deve tenerne conto anche il mondo della manutenzione e dei suoi sensori, che è diventato un protagonista delle previsioni e dello sviluppo equilibrato della società, per la sostenibilità del pianeta: il nostro pianeta, che per il momento è la sola casa comune.
    Paolo Lutteri
Direttore Centro Documentazione Formazione Fondazione Salvetti

.

Come una biblioteca, le pagine di questo sito vogliono contribuire allo sviluppo sostenibile della società umana, offrendo strumenti di conoscenza e di formazione tecnologica e scientifica per contribuire al progresso e per la cultura della migliore manutenzione della produzione industriale e dei servizi commerciali.


April 1st, 2021
Only Earth
Telecommunication technology has been one of the most important accelerators of today's civilization. Telephones, radios, TVs, digital social media have made it possible to spread common information around the world, live. Thus we are involved in the information of an earthquake or a coup d'etat at the antipodes of the planet and, if necessary, of the 'dangerous' butterfly that has flapped its wings in the Amazon rainforest. A recipe, a point of view, a replay of a murder, a photo from the surface of Mars runs around the world in a flash.
For the month of April, here are two themes for reflection.
The first: the diffusion of technology prevails over moral and legal arguments, whose vocabularies are not spoken to each other. For example: the ideological conflict between the capitalist world and the socialist world is secondary to economic and cyber businesses. USA, Russia and China contend for human rights (in blatant contradiction to themselves) only pro-forma. On the stage there are financial valuations, sovereign debts, IT developments, the exploitation of resources, technology markets. The political challenge is actually technological, it is in business. However, the competition is not bloodless and involves numerous Countries and peoples with jagged capacities. However, there is a positive aspect: first of all it is a complex economic negotiation but 'in dialogue' with a common vocabulary which is economic value. Free competition between liberal capitalisms and state capitalisms, or almost.
The second theme is related to the strength not of Countries but of individual multinational companies, big tech, big pharma, big energy, big army, industrial plutocracy well supported in financial exchanges, able to influence events more than certain governments, to manage more efficiently administrative problems and even to prevail over the tax authorities or the law of individual countries. It is the emerging phenomenon of recent years, compact in the common language of digital telematics, of computer algorithms, strictly binding for everyone's present and future. The growing role of these large companies and their innovative potential also increases their social responsibility, both in providing information and investments and solutions for general sustainability, which has entered the daily considerations of even ordinary citizens.
The world of maintenance and its sensors must also take this into account, which has become a protagonist of forecasts and the balanced development of society, for the sustainability of the planet: our planet, which for the moment is the only common home.
   Paolo Lutteri
Director of the Salvetti Foundation Documentation Education Center

Like a library, the pages of this website want to contribute to the sustainable development of human society, offering tools for knowledge and technological and scientific education, in order to support the progress and culture of the best maintenance of industrial production and commercial services.

Nel video, Stefano Salvetti, Presidente della Fondazione Salvetti, ne illustra nell'intervista la missione e le attività


In the video, Stefano Salvetti, President of the Salvetti Foundation, talks about its mission and activities.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner